Demo Active

A sud della provincia di Salerno esiste un territorio, tra le aree interne del Tanagro e del Vallo di Diano, ricco di fascino, di bellezze naturalistiche, di meraviglie architettoniche, di storia, di tradizioni millenarie.

Pietro Pessolano e Michele Di Candia Pietro Pessolano e Michele Di Candia

Politiche giovanili. Finanziato il progetto “Tanagro Opportunità Giovane”. Ambiente e cultura insieme

Quello che va dal Tanagro montano al Vallo di Diano, risalendo al contrario il fiume Tanagro, è un comprensorio dalle straordinarie potenzialità turistiche, ma è anche una terra dagli incredibili talenti giovanili privi dei supporti necessari per esprimere al meglio la propria creatività.

“Tanagro Opportunità Giovane” a valere sull’avviso pubblico regionale “Benessere Giovani – Organizziamoci. Legge Regionale 26 del 08/08/2016 DGR n 114 del 22/03/2016”, nasce con l’obiettivo di creare nuove opportunità per i giovani del nostro territorio.

Il 3 luglio scorso è stata pubblicata sul Burc della Regione Campania la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento nell'ambito del programma di investimenti per le Politiche Giovanili “Benessere Giovani – Organizziamoci”. Tra i vari progetti, è stato premiato e quindi finanziato per 80 mila euro il progetto presentato insieme dai Comuni di Auletta e Teggiano denominato “Tanagro Opportunità Giovane”, la cui collaborazione è partita proprio con l'intento di mettere in relazione i giovani dei due comprensori creando un ponte culturale. Si tratta di attività destinate ai giovani utili per una crescita personale dell'individuo, per acquisire nuove professionalità e, nel contempo favorire integrazione, condivisione, momenti di aggregazione giovanile e, nel singolo individuo, stimolare creatività e ingegno.

Per entrare nel dettaglio del progetto di “Tanagro Opportunità Giovane”, promosso dai Comuni di Auletta e Teggiano, si punta ad animare e dare dinamicità agli spazi pubblici presenti nei due Comuni rendendoli luoghi di aggregazione giovanile. Il progetto punta anche a creare occasioni di incontro, scambio, educazione tra pari e sperimentazione sul campo tra due realtà territoriali limitrofe: il Tanagro e il Vallo di Diano, nell’intento di creare, quale esperienza pilota, un ponte culturale tra giovani di territori vicini, diversi ma complementari. Stabilite le sedi in entrambi i Comuni, saranno i giovani stessi a trasformare gli edifici in una “palestra di apprendimento” dove poter acquisire competenze professionali e sviluppare progetti da trasformare in opportunità di lavoro e impresa.

I sindaci dei Comuni di Auletta Pietro Pessolano e di Teggiano Michele Di Candia, che hanno reso possibile grazie al loro impegno e al loro supporto, la costruzione di questo ponte culturale tra i due comprensori, fanno sapere che “scopo principale del progetto sarà analizzare le esigenze dei giovani che intendono avviare un’attività in proprio e di quelli che si affacciano per la prima volta sul mondo dell’impresa”.

Ma andiamo ancora di più nello specifico. Le attività proposte nel progetto riguarderanno i seguenti 3 laboratori: 1) laboratorio di sostegno e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; 2) laboratorio educativo e culturale sui temi della valorizzazione e tutela dell’ambiente, partecipazione collettiva di ricostruzione dell’identità dei luoghi e attività outdoor; 3) laboratori esperienziali nei quali i giovani, previa informazione sulle modalità di ingresso nel mondo del lavoro, svolgeranno esperienze pratiche finalizzate all’acquisizione di abilità.

Ecco qualche dettaglio in più sui 3 laboratori.

1) Laboratori di sostegno e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo.

L’attività sarà finalizzata a sostenere la nascita di nuove iniziative, segnatamente nei settori turistico, sport, del marketing turistico e territoriale, attraverso l’organizzazione di due “Laboratori di Creazione d’Impresa”, rispettivamente nei Comuni di Auletta e Teggiano, che si svilupperanno attraverso 2 incontri al mese in ciascuno dei due Comuni, per un periodo di 10 mesi,  rivolti a giovani, opportunamente selezionati mediante  concorso di idee.

In generale verranno sviluppate in favore dei destinatari del progetto le seguenti azioni: diffusione di informazioni e attività di coaching per l’acquisizione di competenze in materia di lavoro e autoimprenditorialità; attività di front office per promuovere la partecipazione a programmi e progetti regionali, nazionali e dell’UE; tavoli di co-progettazione e  co-working intercomprensoriali; seminari e workshop in partenariato con Enti, Associazioni, Scuole e Aziende che insistono sul territorio del Tanagro e del Vallo di Diano, riguardanti lo sviluppo di politiche giovanili e le opportunità per i giovani nei settori che caratterizzano l’economia del Tanagro e del Vallo di Diano (ambiente, turismo, artigianato, agricoltura, attività outdoor, ecc..);  serbatoi di idee (Think Tank) per attrarre e valorizzare idee creative e innovative giovanili.

Nello specifico le azioni di progetto tenderanno a rilevare e far emergere idee di micro impresa anche in forma embrionale attraverso l’emanazione di un concorso di idee aperto ad Under 35 e NEET residenti nel comprensorio del Tanagro e del Vallo di Diano. I ragazzi saranno affiancati da consulenti per la strutturazione di un piano d'impresa. Durante l'attività verranno, infatti, analizzate e potenziate le idee di giovani singoli o in gruppi, approfondendo aspetti legati al mercato di riferimento, alla concorrenza, ai costi per lo start up ed alla gestione, alle ricadute territoriali, ecc. La fase di sostegno all'avvio di nuove iniziative a conduzione giovanile continuerà con la redazione di piani d'impresa (Business Plan) con cui i proponenti potranno candidare le loro attività a finanziamenti pubblici e privati che verranno intercettati dal team di progetto (consulenti). Nel corso di questi incontri, esperti in creazione di impresa forniranno informazioni sulla normativa di tutela delle idee, sulle procedure amministrative per l’avvio o trasformazione dell’idea in impresa, sulle modalità tecnico-giuridiche di costituzione di impresa, sull’individuazione delle fonti di finanziamento. A conclusione dell’attività formativo/informativa l’attività proseguirà con un’impronta di tipo consulenziale destinata alle 5 migliori idee imprenditoriali nel settore turistico, outdoor ambientale e sportivo, selezionate da una commissione alla quale parteciperanno i referenti di tutti i partner di progetto, che saranno assistite con una consulenza personalizzata e di gruppo finalizzata ad implementare la micro-impresa. Durante questa fase di affiancamento gli esperti verificheranno insieme con i beneficiari la fattibilità tecnica, economica, logistica e di mercato delle nuove iniziative proposte, valuteranno le strade percorribili per il finanziamento delle proprie attività (Microcredito, Microimpresa, Lavoro Autonomo, Crowdfunding, ecc.), elaboreranno i business plan. Al termine dell’attività si prevede l’acquisizione da parte degli utenti di competenze di diritto societario, amministrativo, di economia, nonché di abilità e competenze sulla creazione e gestione d’impresa.

L’attività sarà condotta dai partner di progetto QS & Partners, Demo Active e dalle Associazioni Giovanili Lo Stare Insieme e Avalon e si svolgerà sia nel Centro La Casa delle Parole di Auletta che nel Complesso della SS Pietà di Teggiano in un’ottica che tenderà a conciliare fabbisogni giovanili ed opportunità territoriali, sulla base di una strategia collaborativa che possa trasformare idee e creatività giovanile in vantaggio competitivo per le aree interne a Sud di Salerno.

2) Laboratorio educativo e culturale.

Le attività pianificate nell’ambito del laboratorio educativo e culturale, a cura dell’Associazione Giovanile Lo Stare Insieme ed Avalon, saranno finalizzate a promuovere attività di animazione giovanile per la crescita personale e l’integrazione sociale dei giovani su temi della cittadinanza attiva e legalità, dell’educazione e valorizzazione dell'ambiente, nonché, sulla partecipazione collettiva di ricostruzione dell’identità dei luoghi connessi al recupero di aree urbane poco qualificate o in situazione di degrado. I 2 laboratori, rivolti ad un numero massimo di 30 giovani, intendono trasferire nei giovani partecipanti l’importanza di essere cittadini attivi, protagonisti della lotta per il rispetto delle regole e dell’importanza dell’impegno sociale. Nel corso di questa azione i partecipanti acquisiranno coscienza dell’identità dei luoghi appartenenti alle comunità di Auletta e Teggiano, saranno accompagnati in un percorso di ricognizione strutturata delle forme artistico-culturali dei territori, dai siti di interesse archeologico, ai borghi storici fruibili o in attuale stato di decadimento, imparando come possono salvaguardarle, valorizzarle e promuoverle. I partecipanti, inoltre, apprenderanno principi fondamentali di educazione civica, segnatamente riguardo alla tutela del territorio, ed alla sua valorizzazione a fini economici e sociali. 

Saranno attivati, nello specifico 2 laboratori, il primo dei quali diretto dall’associazione giovanile “Lo stare Insieme” ed intitolato “Laboratorio di sviluppo e sostenibilità ambientale” che consisterà in un percorso di educazione ambientale e progettazione partecipata di servizi turistici e ambientali integrati all’identità dei  territori del Tanagro e del Vallo di Diano, quali organizzazione di visite guidate, attività di risanamento ambientale, interventi di ripristino, cura, tutela e gestione del verde, creazioni artistiche per l'arredo urbano attraverso tecniche di riciclo e riuso di oggetti abbandonati.

Il secondo laboratorio, dal titolo “Promozione delle attività outdoor fonte di incoming per il turismo di comunità” sarà curato dall’Associazione Avalon e sarà dedicato prevalentemente alla formazione e alla progettazione partecipata di pratiche sportive e attività outdoor in genere, intese quale integrazione nella filiera dell’offerta turistica. Esso consisterà in un percorso di formazione e progettazione partecipata di attrattive per il tempo libero, alternative ed eco-compatibili, quali Tiro con l'arco, Pesca Sportiva, Escursionismo, tutte attività finalizzate alla sensibilizzazione dei partecipanti verso la coscienza ecologica mirata al binomio Uomo – Ambiente.

Tutte le azioni previste dai 2 laboratori prevedranno una preliminare azione formativa/informativa che permetterà ai giovani partecipanti di acquisire nozioni e informazioni e di aumentare le proprie competenze, cui seguirà un’azione pratica che vedrà i giovani protagonisti ed attori principali nel proporre le azioni da mettere in campo con una dinamica di sforzo creativo che dovrà rendere originale ed efficace il progetto di rilancio del proprio territorio, riconoscendo ai partner di progetto la funzione di "bussola" nel mondo del lavoro e dell'autoimpiego a seconda delle naturali inclinazioni dei giovani e della loro formazione.

Sarà, inoltre, sperimentata una piattaforma web innovativa denominata “PercorsoLavoro” che tenderà a favorire il match tra domanda e offerta di lavoro. Inoltre si prevede un’ampia attività divulgativa in materia di opportunità lavorative, e per la valorizzazione di talenti, creatività e professionalità giovanili.

I laboratori saranno attivi, all’interno dei centri messi a disposizione dai Comuni di Auletta e Teggiano per n. 4 incontri al mese per 10 mesi.

3) Laboratorio esperienziale.

A conclusione dei 2 laboratori precedenti sarà data a 10 beneficiari la possibilità di svolgere un’esperienza pratica di tirocinio retribuito, della durata di 1 mese, presso le imprese operanti nei settori turistico, ambientale, marketing e similari del Consorzio CONSID, delle imprese che ne fanno parte, presso la Fondazione MIdA ed eventuali altre imprese che comunicheranno la propria volontà di ospitare tirocinanti. Qui i giovani stagisti potranno acquisire esperienza utile e concreta per il loro inserimento nel mondo del lavoro.

Tutti gli incontri con l’utenza relativi ai laboratori fin qui descritti, che si svolgeranno all’interno e all’esterno delle strutture pubbliche che i Comuni di Auletta e Teggiano hanno destinato alle attività del progetto, saranno censiti attraverso un Registro di presenze riportanti date degli incontri, cognome e nome degli utenti, argomenti trattati, nomi dei consulenti e tutor.

A tutti sarà rilasciato un attestato di partecipazione alle attività di Laboratorio, su cui saranno riportate le conoscenze, abilità e competenze acquisite.

 

Articolo pubblicato su Unico Settimanale, n° 27 del 20 luglio 2017

Massimiliano De Paola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informativa

X

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sulla privacy e i termini e condizioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.